Flash Feed Scroll Reader
By 3 maggio 2011 3 Comments

Le sostanze chimiche pericolose dei detergenti adoperati nella pulizia delle toilette


Qualche mese fa, in merito alla corretta considerazione dell’ambiente bagno, avevo scritto un articolo che racchiudesse le principali linee guida per una giusta progettazione e pulizie dei servizi igienici.

Volendomi ripetere vorrei sottolineare quanto segue dal precedente articolo introducendo il nuovo:
“..Quando il bagno ha un cattivo odore, un aspetto disordinato, appare sporco o non fornisce gli elementi base per un uso quotidiano, proietta una cattiva immagine del personale e della pulizia dell’edificio. La corretta pulizia del bagno mantiene un elevato livello di apparenza, elimina i cattivi odori, eleva l’immagine del personale di custodia e migliora la salute generale e la sicurezza della struttura. Una corretta cura del bagno richiede la creazione di standard di pulizia, sviluppo di linee guida, una formazione efficace, e la giusta selezione dei componenti chimici contenuti nei detergenti.”

Considerare tutti gli aspetti della pulizia quando si scelgono i detergenti
La pulizia e il processo di selezione del prodotto chimico deve essere attentamente pianificato e attuato.
Nel processo di selezione dovrebbero essere interessati tutti gli aspetti di una pianificazione di pulizia ergo: il personale di pulizia, le gestione, le sicurezza, le salute e i rappresentanti ambientali della propria organizzazione.(quest’ultima ahimè una mansione poco conosciuta in Italia n.d.r.)
La selezione dei detergenti per la pulizia più che essere basata su una fragranza piacevole, su un bel colore o sul prezzo a buon mercato, dovrebbe basarsi sulla sua sicurezza e sulla pericolosità dei suoi agenti chimici.
Trascurare la sicurezza e l’impatto ambientale di un detergente industriale può avere un costo enorme.
L’utilizzo di acidi pericolosi, sostanze caustiche o solventi volatili possono provocare lesioni chimiche mentre si lavora, contaminando l’aria interna oltre che danneggiare le parti materiali dei bagni, con la conseguenza di provocare danni ingenti.


Selezionare prodotti sicuri è una sicurezza in più per l’ambiente e i lavoratori
La toilette è in genere un deposito di germi e contaminanti, percui è importante rimuoverli regolarmente.
I detergenti sono appositamente formulati per aiutare a rimuovere gli agenti inquinanti, uccidere i germi e mantenere l’edificio più pulito e sano. Una recente normativa Europea ha tracciato delle linee guida per un corretto utilizzo dei prodotti da utilizzare nelle toilette, sicuri per chi li adopera e per le stesse superfici da pulire. Una tendenza moderna sta emergendo per eliminare gli acidi, per sostituire gli eteri glicolici e trovare delle alternative sostenibili per le supefici del bagno ai tradizionali prodotti per la pulizia.

Identificare ed esaminare gli ingredienti pericolosi
La maggior parte dei detergenti industriali e non solo, sono formulati con una miscela di ingredienti chimici, rendendo la valutazione di un prodotto sotto il profilo ambientale, e della sicurezza molto più complicato. Per esempio, mettiamo il caso di aver preso in considerazione per la pulizia delle vetrate un detergente che abbia una base di‘alcol isopropilico; ci informiamo e veniamo a conoscenza della sua lievissima pericolosità.
Bene!, direte voi, allora cerchiamo tutti i detergenti che contengano tale sostanza e siamo a cavallo!
Purtroppo non è così facile, poichè in un comune detergente , ad esempio quello per i vetri, l’alcol isopropilico è stato formulato con cinque ingredienti chimici diversi, e il processo di decisione diventa più difficile, infatti i potenziali effetti nocivi per la salute del cocktail di pulizia dovranno essere presi in seria considerazione.

Informazioni Recensione da schede di sicurezza
I prodotti detergenti, nella Comunità Europea, disciplinati dal Regolamento 648/2004 (clicca qui per scaricare il bando completo) e successivi aggiornamenti, richiedono alle aziende che producono prodotti per la pulizia di preparare una scheda dati sicurezza (MSDS) per ogni prodotto da essi fabbricati. La scheda di sicurezza elenca ingredienti pericolosi presenti nel detergente, nonché altre importanti informazioni di sicurezza. Tuttavia, non richiede la completa divulgazione o le percentuali esatte di tutti gli ingredienti.

….continua la seconda parte

About the Author:

3 Comments on "Le sostanze chimiche pericolose dei detergenti adoperati nella pulizia delle toilette"

Trackback | Comments RSS Feed

  1. carlo scrive:

    Interessante lettura, ma il link della seconda parte non funziona!

    • admin scrive:

      Hai ragione Carlo!…
      la seconda parte non è ancora disponibile, ma lo sarà entro la prossima settimana!!
      Se ti iscrivi alla newsletter sarai avvertito automaticamente!
      Saluti e grazie per l’attenzione!!
      Claudio

Post a Comment

*