Flash Feed Scroll Reader
By 27 gennaio 2011 2 Comments

Detergenti: i rischi di mescolare i prodotti chimici durante le fasi di pulizia


Prima di credersi provetti chimici della detergenza, sarebbe bene leggere qualche notizia in merito alla loro composizione e all’alto rischio che ne consegue dalla loro miscelazione!

Uno dei classici casi di intossicazione è da sempre la leggerezza con la quale alcuni operatori delle imprese o addetti  alla pulizia, manipolano differenti tipologie di detergenti.
Spesso mi sentivo dire.. “dottò ho trovato un sitema esagerato per le macchie sulle scale… mescolo lo sgrassante col profumo.. un pizzico di candeggina e… BOOMM!!” ero solito terminare io.
“E’ mai possibile che dopo anni di esperienza nel settore dobbiate sempre sentire il richiamo dell’inventore?”

Qualche tempo fa mi era capitato di leggere di una operatrice americana che, nell’intento di mescolare candeggina con un prodotto detergente “anonimo”, è quasi morta.
La gola della donna era talmente gonfia che i medici sono stati costretti ad eseguire una tracheotomia d’urgenza, e la donna rimase in ospedale per sette giorni.

Quindi, la miscelazione di comuni prodotti per la pulizia può causare lesioni anche gravi. In questa scheda ho scelto di prendere in esame il prodotto principe delle pulizie giornaliere, LA CANDEGGINA, descrivendo alcuni dei rischi della miscelazione con i detergenti più comuni, e alcuni dei possibili effetti sulla salute. Con l’avvertenza, comunque, di leggere sempre le etichette dei prodotti prima del loro utilizzo.

  • Non mescolare candeggina e ammoniaca.
  • Non mescolare candeggina e acidi.
  • Non utilizzare contemporaneamente due detergenti nello scarico dei wc, o una dopo l’altro.

Cosé la candeggina, e dove si trova?

L’ipoclorito di sodio è il principio attivo della candeggina. Si trova nella candeggina e in molti altri disinfettanti. Reagisce principalmente con l’ammoniaca, i detergenti da wc, e altri acidi. Molti prodotti di uso comune contengono candeggina in etichetta

Dove sono presenti l’ammoniaca e l’acido?

Ammoniaca:
Oltre alla classica ammoniaca ,acquistata come detergente per la pulizia,  può essere trovata nei seguenti prodotti:

alcuni detergenti per vetri e finestre
urine (wc, ambiente bagno o studi medici e veterinari)
alcune vernici per interni ed esterni.
Acidi:
I prodotti contenenti acidi sono:

aceto
alcuni detergenti per vetri e finestre
alcuni detersivi per lavastoviglie automatiche
alcuni comuni detergenti per wc
alcuni prodotti anticalcare
Quali sono i pericoli quando si mescolano questi prodotti per la pulizia comune?

Mischiare candeggina e ammoniaca:
Quando la candeggina è mescolata con l’ammoniaca, si sprigionano gas tossici ,chiamati clorammine. L’esposizione ai gas di clorammine può causare:

tosse
mancanza di respiro
dolore al petto
nausea
lacrimazione
irritazione al naso alla gola e agli occhi
polmonite e versamento di liquido nei polmoni
Mischiare candeggina e acidi :
Quando candeggina è mescolata con un acido, si prigiona del gas cloro . Il gas di cloro e l’acqua si combinano per rendere gli acidi cloridrico e ipocloroso.

L’esposizione a gas di cloro, anche a livelli bassi, quasi sempre irrita le mucose (occhi, gola e naso), causando tosse e problemi respiratori, bruciore agli occhi e lacrimazione. A livelli più alti di esposizione ,possono causare dolore al petto, difficoltà respiratorie più gravi, vomito, polmonite e  versamento di liquido nei polmoni. A livelli molto elevati può causare la morte.

Il cloro può essere assorbito attraverso la pelle, con conseguente dolore, infiammazione, gonfiore e vesciche. L’acido cloridrico causa anche ustioni alla pelle, occhi, naso, gola, bocca e polmoni.

Mischiare candeggina e altri prodotti per la pulizia:
La Candeggina può reagire anche con qualche prodotto per la pulizia del forno, il perossido di idrogeno, e di alcuni insetticidi.

Spaventati?… bene, allora sono riuscito nell’intento di rendervi più prudenti nell’utilizzo dei prodotti, e di leggere sempre bene le loro etichette!!
Se poi posso permettermi di darvi un ulteriore consiglio, non acquistate prodotti economici o troppo “anonimi”, spesso si corre il rischio che si tratti di prodotti non testati, poco controllati o che addirittura non hanno la reperibilità delle schede tecniche e di sicurezza (obbligatorie per tutti i prodotti di pulizia professionali)

About the Author:

2 Comments on "Detergenti: i rischi di mescolare i prodotti chimici durante le fasi di pulizia"

Trackback | Comments RSS Feed

Post a Comment

*